Comuni Ricicloni: Dovera tra i Comuni dei virtuosi

Dettagli della notizia

Legambiente Lombardia ha distribuito nei giorni scorsi il ventinovesimo report annuale di “Comuni Ricicloni” che monitora le performance dei comuni lombardi nella gestione dei rifiuti.

Data:

20 Aprile 2023

Tempo di lettura:

Descrizione

“Con riferimento all’anno 2021 – spiega il presidente regionale Barbara Meggetto – “Sono oltre 300 i comuni lombardi che, per il 2021, si attestano come Comuni Rifiuti Free nella classifica redatta da Legambiente. Un numero stabile, le cui variazioni annuali ci trasmettono l’idea che vi sia un tetto invisibile e resistente da infrangere, che attiene prima di tutto alla prevenzione dei rifiuti. Comuni virtuosi quelli lombardi, per percentuale di raccolta differenziata, un po’ meno nella lotta alla quantità prodotta e alla qualità”.

Per tutti l’obiettivo minimo è quello di raggiungere almeno il 65 percento di raccolta differenziata che, a livello provinciale, vede un’eccellenza nella provincia di Mantova (86,6%), ottime prestazioni per le province di Monza (79,1), Cremona (78,3), Bergamo (78,3), Varese (77,7), Brescia (77,0), Lodi (75,2), Lecco (73,3), Como (70,3). Poco sopra la sufficienza la Città Metropolitana di Milano (68,5) e ancora lontane dall’obbiettivo le province di Sondrio (58,7) e Pavia (57,4).

“Sono oltre 300 i comuni lombardi che, per il 2021, si attestano come Comuni Rifiuti Free nella classifica redatta da Legambiente – prosegue Meggetto – ma sono ben oltre 370 i comuni che in tutta la Lombardia non raggiungono la soglia del 65 percento. Tra loro i capoluoghi come Milano, Sondrio e Pavia, e alcuni grandi comuni come Cinisello Balsamo, Vigevano, San Giuliano Milanese per citarne solo alcuni”.

In Provincia di Cremona
I comuni ricicloni nella provincia di Cremona sono 33 ed anche quest’anno possiamo dire che vi compare anche il Comune di Dovera con alte percentuali di virtuosità.

Il criterio adottato per far parte della classifica Comuni Ricicloni 2022 è da ricercare nella frazione indifferenziata, il secco non riciclabile.

Per accedere alla graduatoria sono considerati solo i comuni che, oltre a raggiungere o superare il 65 percento di raccolta differenziata, hanno conferito meno di 75 chilogrammi per abitante anno di rifiuto secco non riciclabile entrando così a far parte dei Comuni Rifiuti Free.

Ecco questa speciale classifica nella galleria

Ancora molto lavoro da fare
Se la tabella pubblicata sopra è incoraggiante a livello locale e provinciale, molto lavoro c’è da fare sull’intera regione.

“Anche per la frazione organica, obbligatoria per tutti i comuni a partire da gennaio 2022, – prosegue il Presidente – purtroppo l’obiettivo non è ancora stato raggiunto. Una condizione necessaria anche per alzare l’asticella della raccolta differenziata e abbassare il secco residuo pro capite, nonché obiettivo del PRGR, programma regionale di gestione dei rifiuti.

Secondo il PRGR, infatti, è necessario raggiungere almeno 60 kg/ab per anno di intercettazione, da misurare come somma tra raccolta differenziata e compostaggio domestico o di comunità ed estendera a tutti i comuni lombardi il modello di raccolta porta a porta”.

Il ringraziamento di Legambiente
Conclude Barbara Meggetto: “Non possiamo che esprimere il nostro ringraziamento alle cittadine e ai cittadini, alle amministrazioni comunali e alle aziende, che tenacemente hanno contribuito ad una corretta gestione dei rifiuti nella nostra regione. Rimane un lavoro importante da continuare per assolvere agli obiettivi del PRGR, per implementare il riuso e misurare l’effettivo riciclo. Un dovere verso l’ambiente ma una via ambiziosa per la trasformazione delle imprese in senso sostenibile e circolare”.

Gallerie di immagini

Ulteriori informazioni

Pagina aggiornata il 23/11/2023, 17:51